Tweed mood: Una scelta di stile

Quando trama e ordito s’intrecciano con le lane cardate più robuste, nei colori dei paesaggi scozzesi e irlandesi, superando i confini del tempo, il nome è uno solo: Tweed; tessuto straordinariamente espressivo, nato tra le scogliere spazzate dal vento delle Highlands e delle isole dell’Atlantico Settentrionale. Continue Reading

Apologia della cravatta

La cravatta, è l’uomo; è attraverso di essa che l’uomo si rivela e manifesta. Per conoscere un uomo, è sufficiente un colpo d’occhio su questa parte di lui che unisce la testa al petto.

Honoré de Balzac

L’arte di mettere la propria cravatta, un arcano sodalizio, che da secoli si stipula sotto gli occhi di uno specchio, un esperimento di creatività quotidiano, in cui i movimenti, estremamente individuali, esternano la dedizione che si agguaglia durante l’atto dell’annodatura. Non è un semplice vezzo, bensì un bisogno sentito e imprescindibile per l’uomo elegante, che ha come scopo principale quello di delineare la sua genialità interiore. Continue Reading

L’eleganza del gusto apre le porte del salotto romano

Eleganza del Gusto - The Club - Roma

10 settembre, 2016. Incontro all’insegna dell’eleganza e del buon gusto quello celebrato durante l’inaugurazione del Club de l’Eleganza del Gusto, il nuovo salotto capitolino al 46 a di via Sistina, nella splendida cornice dello showroom di Bocache&Salvucci, nel cuore di Roma. Continue Reading

Chapter 4: Rolando de Bellis, una giornata all’ippodromo

Polo shirtSettembre 1931. Il fine settimana capitolino, con la sua brezza di fine estate richiamava da ogni parte d’Italia nobili e gentildonne, signori e non signori da ogni angolo della nazione per assistere a quello che era diventato l’astro nascente della mondanità:  le partite di polo, lo sport dei guerrieri e dei re, che d’un balzo avevano attraversato le piane mesopotamiche e le corti dei maharaja per giungere sulle sponde del Tamigi e del Tevere. Un gioco febbrile, che aveva investito l’Occidente con il suo carattere di emozionante spettacolarità. Contesto ideale, assieme alle corse al trotto e al galoppo, dove concludere affari all’ora del tè, respirare il sapore dell’elite aristocratica e dei Polo Club che si insediavano nella capitale su modello inglese dell’esclusivo Hurlingham club, o semplicemente, per porgere il braccio alle signore impegnate a sfoggiare abiti da cocktail e sontuosi cappelli, nonché gioielli e diamanti la cui luminosità sembrava potesse rifrangere per sempre il ricordo di una guerra ormai lontana. Continue Reading