Giacomo Giannotti: l’Italia conquista la Spagna

Ben due volte Best Barman of Spain (anche se Italianissimo), nel 2014 alla finale nazionale del prestigioso Diageo Reserve Worldclass e nel 2017 premio Fibar. Il suo locale è nella lista dei Top 10 New Opening Bar secondo Tales of the Cocktails, festival internazionale dedicato al mondo del bar organizzato a New Orleans. Nel 2018 la prestigiosa autorità di settore, World’s best 50 Bar, lo piazza al 37° posto tra i migliori cocktail bar al mondo. Stiamo parlando di Giacomo Giannotti e il suo cocktail bar: Paradiso, a Barcellona.

Una introduzione da Oscar, più che meritata, per il giovane Giacomo Giannotti, orgoglio tutto italiano che, a soli 30 anni, ha conquistato il riconoscimento di essere tra i migliori barman al mondo, grazie al suo estro dietro al bancone del bar.

Giacomo, viene da Carrara, una piccola città sulla costa della Toscana, dove la sua famiglia ha una gelateria. La sua grande passione per l’ospitalità è iniziata dopo la scuola: Giacomo non perde tempo e decide di trasferirsi oltremanica, in UK. Arrivato a Londra, si rende conto di essere nella piazza più ambita e capitale della miscelazione in Europa, da lì nasce la vocazione per il bar. Ha trascorso 4 anni nella capitale, dove ha ricevuto un duro training come Bartender, da alcune delle compagnie di bar, come Be at One e Eclipse Cocktail Bar.

Dopo l’esperienza Londinese, ha deciso di trasferirsi nella soleggiata e mediterranea Barcellona. Per nutrirsi dell’arte della mixology, migliorare le tecniche di miscelazione e il perfetto servizio di ospitalità, inizia a lavorare nell’Hotel Ohla, al fianco del suo maestro Giuseppe Santamaría. Nel dicembre 2015 ha finalmente realizzato il sogno di una vita, aprire il suo cocktail bar: Paradiso. Il nome Paradiso è un tributo alla gelateria della sua famiglia, che appunto ha lo stesso nome. Il bar è in stile speakeasy, un concetto di bar che rievoca il periodo del proibizionismo negli Stati Uniti (tra il 1920-1930). Per entrare a Paradiso, devi attraversare una vecchia porta  frigorifero. Il design è un mix di onde di legno sul soffitto, marmo bianco di Carrara e a riempire le mura troviamo delle vere palme da giungla. L’atmosfera è informale ma elegante, il servizio è molto friendly e familiare. La carta dei cocktails attuale comprende 21 drinks esclusivi. Ognuno con una presentazione  e preparazione diversa, con l’obiettivo di sorprendere chiunque attraversa la porta frigorifero di Paradiso. Ogni anno Giacomo Giannotti, insieme al suo team, per creare la lista di signature cocktails, si ispira a dei concetti unici e differenti. 

Quest’anno il concetto della drink list è l’illusionismo: in tutti i cocktails c’è un tocco magico, anche nella  presentazione, come il Ghillottina Cocktail, che arriva al tavolo con una mini ghigliottina. La ricerca di ingredienti sconosciuti, per esempio l’utilizzo di una vitamina fluorescente, la Riboflavina B12 o una pianta che ti cambia la percezione del gusto, la Gymnea, che al contatto con le papille gustative ti azzera il gusto dolce e amplia i sapori citrici e speziati. Ghillottina Cocktail è preparato con: Makers Mark Whiskey, Pedro X, Pisco macerato con foglie di Kefir (una pianta che fa parte della famiglia degli agrumi da cui origine proviene dal sud est Asiatico), succo di limone, sciroppo di vaniglia, sencha green tea, Hibiscus tea, cocomero, Peychouds bitter e latte intero.

Un angolo di paradiso, dove i drinks interpretano in maniera perfetta, il connubio tra cucina, pasticceria, tanta fantasia e ricerca della materia prima, un team guidato dalla fame di saper rendere unica ogni loro creazione nel bicchiere.

Altro cavallo di battaglia di Giacomo Giannotti è il Magic Wizard fatto con: Matuzalem Rum 15 yo, lemon ginger, plum puree, coconut water syrup, Pedro X macerto con frutti rossi, Campari Bitter, come decorazione usa: menta, foglia di Peapull , spuma a base di gymnea e grosella.

Insomma, Giacomo è un altro esempio di Italianità che raggiunge il suo sogno all’estero. Oggi Paradiso è punto di riferimento per chiunque ha voglia di sperimentare e bere drinks che non annoiano, anzi, dopo aver assaggiato il primo, si è tentati nell’ordinare un altro. 
Paradiso oltre ad attirare chi ha voglia di bere bene, negli anni è diventato salotto per tanti nomi illustri del bartending di livello internazionale come: The Maestro Salvatore Calabrese.

Oltre ad ospitare, Giacomo Giannotti viene chiamato spesso per presidiare delle Masterclass o come Guest, in giro per il mondo a raccontare di se stesso, di Paradiso, condividendo il suo know-how, l’amore e la passione per il proprio lavoro.


Two times Best Barman of Spain (even if very Italian), in 2014 at the national final of the prestigious Diageo Reserve Worldclass and in 2017 Fibar award. His restaurant is on the Top 10 New Opening Bar list according to Tales of the Cocktails, an international festival dedicated to the bar world organized in New Orleans. In 2018 the prestigious sector authority, World’s best 50 Bar, places it in 37th place among the best cocktail bars in the world. We’re talking about Giacomo Giannotti and his cocktail bar: Paradiso, in Barcelona.

A well-deserved Oscar-winning introduction for the young Giacomo Giannotti, an all-Italian pride who, at just 30 years of age, won the recognition of being among the best bartenders in the world, thanks to his inspiration behind the bar.

Giacomo comes from Carrara, a small town on the coast of Tuscany, where his family has an ice cream shop. His great passion for hospitality began after school: Giacomo wasted no time and decided to move across the UK, to the UK. Arriving in London, he realizes that he is in the most sought-after square and the capital of mixing in Europe, hence the vocation for the bar. He spent 4 years in the capital, where he received training as hard as Bartender, from some of the bar companies, such as Be at One and Eclipse Cocktail Bar.

After the London experience, he decided to move to sunny, Mediterranean Barcelona. To feed on the art of mixology, improve mixing techniques and the perfect hospitality service, he began working in the Hotel Ohla, alongside his teacher Giuseppe Santamaría. In December 2015 he finally realized the dream of a lifetime, opening his cocktail bar: Paradiso. The name Paradiso is a tribute to the ice cream shop of his family, which has the same name. The bar is speakeasy style, a concept of a bar that evokes the period of prohibition in the United States (between 1920-1930). To enter Paradise, you have to go through an old refrigerator door. The design is a mix of wooden waves on the ceiling, white Carrara marble and to fill the walls we find real jungle palms. The atmosphere is informal but elegant, the service is very friendly and familiar. The current cocktail card includes 21 exclusive drinks. Each with a different presentation and preparation, with the aim of surprising anyone who crosses the Paradiso refrigerator door. Every year Giacomo Giannotti, together with his team, to create the list of signature cocktails, is inspired by unique and different concepts.

This year the concept of the drink list is illusionism: in all the cocktails there is a magic touch, even in the presentation, like the Ghillottina Cocktail, which arrives at the table with a mini guillotine. The search for unknown ingredients, for example the use of a fluorescent vitamin, Riboflavin B12 or a plant that changes your perception of taste, the Gymnea, which on contact with the taste buds eliminates the sweet taste and expands the citric flavors and spicy. Ghillottina Cocktail is prepared with: Makers Mark Whiskey, Pedro X, Pisco macerated with Kefir leaves (a plant that is part of the citrus family from which originates from south east Asia), lemon juice, vanilla syrup, sencha green tea , Hibiscus tea, watermelon, Peychouds bitter and whole milk.

A corner of paradise, where drinks perfectly interpret the combination of cuisine, pastry, lots of imagination and research of the raw material, a team guided by the hunger to know how to make every creation unique in the glass.

Another workhorse of Giacomo Giannotti is the Magic Wizard made with: Matuzalem Rum 15 yo, lemon ginger, plum puree, coconut water syrup, Pedro X macerto with red fruits, Campari Bitter, use as decoration: mint, Peapull leaf, foam based on gymnea and grosella.

In short, Giacomo is another example of Italianity that reaches his dream abroad. Today, Paradiso is a reference point for anyone who wants to experiment and drink drinks that are not boring, in fact, after having tasted the first, one is tempted to order another.
Paradise in addition to attracting those who want to drink well, over the years it has become a living room for many famous names in international bartending such as The Maestro Salvatore Calabrese.

In addition to hosting, Giacomo Giannotti is often called to preside over Masterclasses or as a Guest, traveling around the world to talk about himself, about Paradise, sharing his know-how, love and passion for his work.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.