GIMS 2019: BMW e l’importanza del numero 7

I maestri dell’eleganza bavarese l’hanno fatto di nuovo: BMW debutta al Salone di Ginevra – GIMS 2019 con la sua gamma completa, ma l’attenzione di chi scrive è stata letteralmente rapita da due modelli in particolare. E c’è un numero in comune per questi due modelli, il 7. Dopo averle viste nelle foto ufficiali, si possono finalmente toccare con mano (tra non molto capirete il perchè di questo termine) le nuove BMW Serie 7 e X7: rispettivamente l’ammiraglia ed il SUV più grandi e lussuosi della gamma.

BMW SERIE 7

La limousine bavarese appare visibilmente rinnovata in diversi dettagli esterni, lasciando invariate le proporzioni: nel massiccio frontale spiccano i due enormi kidneys della griglia, accompagnati da nuovi gruppi ottici e da numerose nervature aerodinamiche. L’auto vanta dimensioni di 5.12m di lunghezza, 1.90m di larghezza e 1.47m di altezza: alla kermesse elvetica è esposta in versione M760Li, dotata del più sportivo motore benzina della gamma, un 6.5L V12 da 585 CV, capace di far raggiungere i 250 KM/H, sprigionando 850 NM di coppia massima, con un’accelerazione sullo 0-100 in soli 3,8 secondi, numeri da brividi per un auto dal peso di 2295 kg. L’auto è disponibile solo con cambio automatico sequenziale a 8 rapporti. Nella sigla del modello, però, attenzione particolare va riservata alla lettera L: Long Wheel Base, un passo allungato di ben 14 cm, tutti a beneficio dei passeggeri posteriori.

I più ambiziosi clienti possono scegliere, con la Serie 7, il programma BMW Individual Manifaktur, con il quale personalizzare a piacimento l’auto in tutte le sue rifiniture e caratteristiche interne ed esterne. Il modello esposto, ad esempio, è verniciato in grigio opaco all’esterno, con cerchi in lega da 20”. All’interno domina su tutto la pelle color cuoio: i sedili sono rifiniti con impunture a rombi nelle zone di seduta e schienale, con una cucitura bianca che le divide dai fianchetti con una fantasia presa in prestito dal mondo della vela. La moquette sul pavimento fa venir voglia di salire a bordo con delle comode pantofole, per farsi coccolare dall’ambiente rivestito in Alcantara, magari con qualche brano riprodotto dall’impianto audio Bowers & Wilkins. Come detto, il passo lungo va a totale beneficio degli occupanti i sedili posteriori. Sono presenti due poltrone dotate di regolazioni per seduta, schienale e poggiatesta, con tanto di braccioli e tavolino in alluminio: dettaglio, quest’ultimo, che verrà sicuramente apprezzato dai businessmen che potranno anche godere della privacy, grazie alle tendine elettroattuate.

La nuova Serie 7 porta con sé l’eredità tecnologica della versione precedente: è dotata di decine di sistemi di assistenza alla guida, dai più classici Cruise Control e Keep Lane Assist, ai radar di riconoscimento notturno dei pedoni. Le telecamere e i sensori posizionati sul parabrezza e tutt’intorno alla vettura permettono inoltre di essere assistiti, in fase di parcheggio, da una visuale a 360°. La tecnologia prosegue anche dentro, con il sistema operativo BMW iDrive 7.0: il guidatore ha a disposizione uno schermo dell’infotainment da 12,3” controllabile con hand gesture; i passeggeri posteriori dispongono invece di tre tablet, due dei quali da 10,2” per l’intrattenimento, il terzo per controllare posizione e massaggio dei sedili, nonché diversi settaggi privacy.Gran parte della gamma BMW è disponibile con motorizzazioni Plug-In Hybrid, e la nuova Serie 7 non è da meno: con i 394 CV dei due motori combinati, si possono percorrere circa 55 km in Full Electric, per poter viaggiare in silenzio, comodità e totale rispetto dell’ambiente. Tutte le Serie 7, inoltre, sono disponibili con la trazione integrale xDrive. I prezzi partono da € 96.200.

BMW X7

Debutta a Ginevra il SUV più grande di sempre per BMW, nonchè prima volta per la sigla X7, un’auto dalle dimensioni esagerate: ben 5.15m di lunghezza e 2.22m di larghezza.

Esteriormente presenta linee a dir poco drammatiche, con un frontale dalla griglia mastodontica e fari sottili con tecnologia BMW Laser. Dalla vista laterale l’auto non fa nulla per nascondere le sue dimensioni, e nel posteriore il portellone scende ripidamente da un’altezza di 1.81m, passando per i gruppi ottici LED di forma longilinea, uniti da una fascia cromata.

Se la Serie 7 è una limousine, la controparte SUV punta alle famiglie: vengono in mente vacanze in montagna con 6 o 7 posti da sfruttare a piacimento. La fila centrale, in configurazione 6 posti, ha due poltrone comodissime invece di un divanetto da 3, e in generale i passeggeri della terza fila siederanno in uno spazio leggermente più risicato. Con la configurazione completa il bagagliaio ha una capacità di 326 litri, che salgono a ben 2120 abbattendo i sedili.

All’interno dell’esemplare in mostra al GIMS 2019, i sedili e la tappezzeria sono rivestiti di una Pelle Merino Individual bicolore di altissima qualità: nella parte bassa dell’abitacolo e sui sedili la colorazione Ivory White, su tutta la superficie centrale corre una modanatura in legno pregiato Ash Grain, e nella parte alta della plancia e dei pannelli porta la pelle è in Night Blue, richiamo alla vernice esterna. Tra i materiali presenti nella X7 c’è anche l’alluminio, utilizzato per diversi pulsanti ma anche per i 20 speakers dell’impianto audio Bowers & Wilkins da 1500 Watt.

Come sulla Serie 7, anche questo SUV dispone dei numerosissimi sistemi di sicurezza e assistenza alla guida offerti da BMW. Ovviamente disponibile, per un’auto dalle dimensioni a dir poco navali, la visuale a 360° per il parcheggio. Per quanto riguarda la tecnologia interna, oltre al sistema iDrive 7.0 con due display dell’infotainment da 12,3”, i passeggeri possono disporre di controlli personali per il clima quadri-zona. Nel posteriore, oltre alle classiche prese USB e 12V ci sono due tablet, uno su ogni poggiatesta anteriore.

In controtendenza rispetto alla maggior parte dei SUV, sgraziati e fin troppo appariscenti, BMW è riuscita ancora una volta a distinguersi dal resto del mercato, nonostante le dimensioni “statunitensi” di questa X7.

I motori disponibili sono tutti 6 cilindri: un benzina da 340 CV, due diesel da 265 e 400 CV. Il cambio automatico sequenziale 8 rapporti, l’unico presente in listino, garantirà ai passeggeri un ottimo comfort, e la trazione integrale xDrive manterrà sempre la X7 in condizioni di stabilità e perfetta aderenza. I prezzi partono da € 92.900.


The Bavarian elegance masters did it again: BMW debuts at the GIMS 2019 with its full range of cars, but the attention of the writer has been caught by two particular models. And there’s a number in common between these two models. After seeing them in the official pictures, people can finally touch (you will understand later the reason why the writer chose this word) the new BMW 7 Series and X7: the biggest and most luxurious saloon and SUV cars of the brand.

BMW 7 Series

The Bavarian limousine appears clearly renewed in many exterior details, leaving untouched the proportions: the massive front end gives space to the huge grille kidneys, together with new headlights and many aerodynamic lines on the bonnet. The car is  5.12m long, 1.90m wide and 1.47m high: in the Helvetic kermesse the M760Li is on display, with the most sporty petrol engine available, a 585 CV 6.5L V12 capable of letting the car reach 250 KP/H, unleashing 850 NM of maximum torque, with an acceleration from 0 to 100 KP/H in just 3,8 seconds, chilling numbers for a 2295 KG weighting car. The only gearbox available is an 8 speed automatic-sequential. In the car’s name, big attention should be given to the L letter: Long Wheel Base, 14 cm longer than normal, all benefiting for the rear passengers.

Most ambitious customers can choose, with the 7 Series, the BMW Individual Manifaktur program, being capable of customizing the car in every interior and exterior detail. The model on display, for example, is painted in Matte Grey, with 20” alloy wheels. The interior is dominated by brown leather: the seats are finished with rhombus stitchings in the zones of back and bottom, with a white sewing that reminds of the sailing world. The floor carpet is so soft that you should wear loafers to completely enjoy it, while being cuddled by the whole Alcantara ambient, maybe while the Bowers & Wilkins sound system is reproducing a relaxing music.  

As said before, the long wheel base is a benefit for the rear passengers. Here there are two armchairs with electronic controls for back, bottom and headrest, the passenger can also dispose of armrests and an aluminum table: this last one surely appreciated by businessmen who will even enjoy the privacy given by the electronically adjustable curtains.

The new 7 Series has the older version technological heritage: dozens of driving assistance systems, from the classic Cruise Control and Keep Lane Assist, to the latest pedestrian night detection radars. Cameras and sensors on the windshield and all around the car also allow to be assisted, while parking, by a 360° view of the car. Technology continues inside, too, with the BMW iDrive 7.0 system: the driver has a 12,3” infotainment display, controllable with hand gesture; rear passengers have three tablets, two of which come in 10,2” for entertainment, the third one used for the seats controls and the privacy curtains.Most of the BMW range comes in Plug-In Hybrid versions, so does the new 7 Series: with a 394 CV thermal and electric combined engine, about 55 km in Full Electric can be achieved in the 745e, driving in silence, comfort and total respect for the environment. xDrive four wheel drive is available on every 7 Series. Prices start at € 96.200.

BMW X7

BMW’s biggest SUV ever debuts in Geneva, as long as the new X7 name, a car with exaggerated dimensions: 5.15m long and 2.22m wide.

In the exterior the lines are dramatic, to say the least, with a colossal grille and thin BMW Laser headlights. Looked from the side, the car does nothing to hide its real dimensions, and in the back the boot goes steeply down from a 1.81m height, meeting halfway the LED taillights, merged by a chrome strip.

If the 7 Series is the limousine, the SUV counterpart aims at families: mountain holidays come to mind, with 6 or 7 seats ready to be used. The central row, in 6 seats configuration, has two very comfortable armchairs instead of a 3 seats sofa, and the overall space for the third row passengers results a little bit sacrified. With the three rows on, the boot has a 326 litres capacity, which increases to 2120 by folding down the seats.

Inside the model displayed during GIMS 2019, seats and upholstery are made in a very high quality bicolored Pelle Merino Individual: in the lower part of the cabin and on the seats there’s Ivory White, an Ash Grain wood part runs on the whole surface, and in the upper part of the cabin and on the door panels the leather is in Night Blue, reminding of the outside paint color. Among the different materials in the X7, there’s the aluminum, too, used for many buttons but also for the 20 speakers of the 1500 Watt Bowers & Wilkins sound system.

As on the 7 Series, this SUV too has many different safety and driving assistance systems offered by BMW. 360° view camera is obviously available, useful for parking a car with such cruise ship dimensions. Inside, apart from the two 12,3” infotainment displays of the iDrive 7.0, passengers get personal control buttons for the four zone A/C. In the back there are classic USB and 12V sockets, as long as two tablets, one mounted on each front headrest.

Unlike the most part of the existing SUVs, awkward looking and showy, BMW succeeded once again in distinguishing itself from the rest of the market, despite the “US-like” dimensions of the X7.The engines available are all 6 cylinders: a 340 CV petrol one and two diesels, with 265 and 400 CV. The 8 speed automatic sequential gearbox, the only available, will guarantee maximum comfort for the passengers, and the xDrive four wheel drive system will always keep the X7 in perfect stability and grip conditions. Prices start at € 92.900.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.