Guglielmo Miriello: il Gentleman del Ceresio7

Cucina superiore, alta moda, grande miscelazione, un design ricercato, panorama da lasciare senza fiato in una città sempre più internazionale: un accurato mix di buon gusto, materia prima, design, sostanza e abilità. Questo è il Ceresio7 Pools & Restaurant a Milano.

Era il 2013 quando Edoardo Grassi, Luca Pardini e Marco Civitelli, professionisti dell’alta ristorazione e dell’ospitalità di lusso, insieme agli stilisti canadesi Dean e Dan Caten (Dsquared2) e allo chef Elio Sironi, diedero vita, nel cuore di Milano, a questo primo esempio italiano di Cocktail Bar & Restaurant, inteso nell’accezione più internazionale che si possa pensare.

Grazie allo studio di architettura Storage ed a allo studio di design Dimore Studio, che hanno curato ogni dettaglio del concept, degli interni e dei complementi, si ha la sensazione di entrare in un locale degli anni quaranta dove il vibe retrò lascia subito spazio alla contemporaneità: cocktail d’autore, piatti di grande impatto visivo e gustativo, servizio attento ma mai invasivo e mise en table minimal, da bistrot parigino, con fiori freschi e colorati che completano il quadro e lo addolciscono.

Tra i più noti American Bar di Milano, quello di Ceresio7 non è solo un luogo affascinante, pieno di elementi suggestivi come lo skyline, le piscine, i divanetti ed il grande bancone, ma è soprattutto un luogo del buon bere, sotto la supervisione del pluripremiato Bar manager Guglielmo Miriello, vincitore italiano della World Class Competition Diageo nel 2011. 

Nato nel 1980 a Crispiano, piccola cittadina pugliese, Guglielmo Miriello ha sempre amato mixare ingredienti in cucina, cercando di rivisitare le ricette tradizionali con tocchi contemporanei. Dopo la scuola alberghiera scopre la sua passione per il bar e la mixology e si trasferisce prima a Trieste, poi a Milano. Si fa subito notare nella scena Milanese dove, per più di 14 anni, affina la sua tecnica dietro il bancone dei bar più prestigiosi della città, da quello del Bulgari Hotel fino all’Excelsior Bar. La sua abilità di mixare ingredienti si manifesta anche nei cocktails e grazie alla sua personalità̀ si mostra capace di interpretare i gusti della clientela, creando il cocktail perfetto per ogni cliente. Nella carriera di Guglielmo non mancano anche importanti esperienze all’estero, tra le quali spicca Shanghai, dove lavora come bar Manager allo Sugar Bar, dello stellato ‘Maison Pourcel’.

Pochi mesi fa, con l’arrivo della nuova stagione Guglielmo Miriello lancia il suo nuovo menù studiato insieme al suo bartender team (Abdel, Santino, Dario e Federico) dando vita al Sartorial, un percorso sensoriale dove il design incontra il gusto e la mixology si sposa con la moda. Una drink list ben studiata, alla scoperta del mondo tessile e delle sue origini. Il nome Sartorial, si forma dall’idea di creare un’esperienza personalizzata e su misura, per ricordare e celebrare la connessione con il mondo della moda e del design, tratti distintivi che rappresentano il Ceresio7.

“Pensare e creare la carta Sartorial mi ha dato la possibilità di sperimentare tecniche diverse e giocare con sapori e consistenze. Tutto nasce dalla voglia di incuriosire e sorprendere i nostri clienti, con l’obiettivo di regalare emozioni sia agli appassionati che a chi si avvicina solo ora al mondo della mixology” dice Guglielmo.

La carta è divisa in due sezioni: Textiles e You inspire me.

Texiles: nata dallo studio approfondito dei materiali tessili e dalle lavorazioni sartoriali, è composta da cocktail “disegnati” pensando all’eleganza e alla raffinatezza di tali tessuti. In Textiles ogni cocktail rappresenta un tessuto. Una carta ideata per attivare tutti i sensi che raccoglie cocktail dalle texture sorprendenti e abbinamenti audaci e inaspettati.

Tra i cocktail troviamo Pride of silk, ispirato alla seta, con ingredienti provenienti dal Giappone, come i kumquat, il mandarino Miyagawa ed il whisky Nikka from the Barrel con sentori di camomilla e miele di acacia; viene servito in una particolare “tazza” giapponese con ornamenti floreali orientali. 

Vero capolavoro sia di gusto che in termini di presentazione è Smoking. Il drink è ispirato all’Old fashion in cui lo zucchero della ricetta originale viene sostituito da uno sciroppo del cocktail “Le Vieux Carrè”. Di grande impatto visivo, viene servito in una bottiglietta colmata con del fumo di legno di ciliegio. Viene poi versato nel bicchiere dove il fumo rilascia l’aroma e diventa evanescente. 

You inspire me: una selezione ispirata ai grandi classici rielaborati, rievocando momenti importanti del mondo della miscelazione. Tra i cocktails troviamo Wood, ispirato al Cosmopolitan. Del celebre cocktail ha il colore rosa, dato non dal cranberry ma dalla polvere di barbabietola, insieme alle note aspre, frutto di una lavorazione di acido ascorbico e acido malico con liquore all’arancia e glitter alimentari.

Gugliemo oltre al suo estro dietro al bancone è anche un grande appassionato della cucina, di fatti ha subito trovato un grande feeling professionale con lo chef Sironi, fidelizzando un rapporto cucina – bar solido e sempre in continua evoluzione; l’obiettivo tra i due è quello di essere contemporanei senza mai esagerare e creare nuovi trend, con tanta umiltà e conoscenza della materia.

Elegante, mai scomposto, con uno standing e un body language che parla da solo, Guglielmo è un gentleman forse d’altri tempi, un uomo capace di creare aspettativa ma soprattutto in grado di superarla, un esempio da seguire, per chi come lui ha l’idea di fare le valige e partire  per intraprendere un nuovo viaggio professionale che se è fatto di sacrifici, studio, ricerca e impegno costante, si può rivelare pieno di soddisfazioni.


Guglielmo Miriello - Ceresio7

Superior kitchen, high fashion, great mixing, sophisticated design, breathtaking view in an increasingly international city: an accurate mix of good taste, raw material, design, substance and skill. This is the Ceresio7 Pools & Restaurant in Milan.

It was 2013 when Edoardo Grassi, Luca Pardini and Marco Civitelli, professionals of haute cuisine and luxury hospitality, together with Canadian designers Dean and Dan Caten (Dsquared2) and chef Elio Sironi, gave life, in the heart of Milan, to this first Italian example of Cocktail Bar & Restaurant, understood in the most international meaning one could think of.

Thanks to the architecture firm Storage and to the design studio Dimore Studio, which took care of every detail of the concept, the interiors and the accessories, one has the feeling of entering a 1940s room where the retro vibe immediately leaves space to the contemporary : signature cocktails, dishes of great visual and gustatory impact, attentive but never invasive service and minimal table setting, like a Parisian bistro, with fresh and colorful flowers that complete the picture and soften it.

Among the most famous American Bars in Milan, the Ceresio7 is not only a fascinating place, full of evocative elements such as the skyline, the swimming pools, the sofas and the large counter, but it is above all a place of good drinking, under the supervision of award-winning Bar manager Guglielmo Miriello, Italian winner of the World Class Competition Diageo in 2011.

Born in 1980 in Crispiano, a small town in Puglia, Guglielmo Miriello has always loved mixing ingredients in the kitchen, trying to revisit traditional recipes with contemporary touches. After the hotel school, he discovered his passion for bars and mixology and moved first to Trieste, then to Milan. He immediately made himself known in the Milanese scene where, for more than 14 years, he refined his technique behind the counter of the city’s most prestigious bars, from that of the Bulgari Hotel to the Excelsior Bar. His ability to mix ingredients is also evident in the cocktails and thanks to its personalitỳ it shows itself capable of interpreting the tastes of customers, creating the perfect cocktail for each customer. In Guglielmo’s career there are also important experiences abroad, among which Shanghai stands out, where he works as a bar manager at the Sugar Bar, of the starred ‘Maison Pourcel’.

A few months ago, with the arrival of the new season, Guglielmo Miriello launched his new menu designed together with his bartender team (Abdel, Santino, Dario and Federico), giving life to the Sartorial, a sensory journey where design meets taste and mixology it goes with fashion. A well designed drink list, to discover the textile world and its origins. The name Sartorial is formed from the idea of creating a personalized and tailored experience, to remember and celebrate the connection with the world of fashion and design, distinctive traits that represent Ceresio7.

“Thinking about and creating the Sartorial card gave me the opportunity to experiment with different techniques and play with flavors and textures. Everything stems from the desire to intrigue and surprise our customers, with the aim of giving emotions both to enthusiasts and to those who are only now approaching the world of mixology “, says Guglielmo.

The list is divided into two sections: Textiles and You inspire me.

Texiles: born from the in-depth study of textile materials and tailoring, it is composed of “designed” cocktails with the elegance and refinement of these fabrics in mind. In Textiles every cocktail represents a fabric. A paper designed to activate all the senses that gathers cocktails with surprising textures and daring and unexpected combinations.

Cocktails include Pride of silk, inspired by silk, with ingredients from Japan, such as kumquats, Miyagawa mandarin and Nikka from the Barrel whiskey with hints of chamomile and acacia honey; it is served in a particular Japanese “cup” with oriental floral ornaments.

True masterpiece both in taste and in terms of presentation is Smoking. The drink is inspired by the Old fashion in which the sugar of the original recipe is replaced by a syrup from the “Le Vieux Carrè” cocktail. Of great visual impact, it is served in a bottle filled with cherry wood smoke. It is then poured into the glass where the smoke releases the aroma and becomes evanescent.

You inspire me: a selection inspired by the great classics reworked, recalling important moments in the world of mixing. Among the cocktails we find Wood, inspired by the Cosmopolitan. The famous cocktail has a pink color, given not by the cranberry but by the beet powder, together with the sour notes, the result of a processing of ascorbic acid and malic acid with orange liqueur and food glitter.

Gugliemo Miriello in addition to his talent behind the counter is also a great lover of the kitchen, in fact he immediately found a great professional feeling with the chef Sironi, building loyalty in a solid and always evolving kitchen-bar relationship; the objective between the two is to be contemporary without ever exaggerating and creating new trends, with much humility and knowledge of the subject.

Elegant, never decomposed, with a standing and a body language that speaks for itself, Guglielmo is a gentleman perhaps of other times, a man capable of creating expectation but above all able to overcome it, an example to follow, for those like him who has the idea of packing and starting to embark on a new professional journey that, if made of sacrifices, study, research and constant commitment, can be full of satisfactions.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.