Il Foyer Milano: luxury night di apertura

Un evento glamour capace di coniugare stile, eleganza e modernità, il tutto all’insegna del divertimento e del gusto, nel pieno mood della Milano Fashion Week. Quanto di meglio potesse esserci per la serata che il 18 settembre ha segnato l’inaugurazione ufficiale de Il Foyer ristorante alla Scala, la rinnovata location in Largo Ghiringhelli.

Addio a Il Marchesino e benvenuto a Il Foyer. Il ristorante aperto da Gualtiero Marchesi nel 2008, accanto al Teatro alla Scala di Milano, ha lasciato il posto a un nuovo locale completamente ristrutturato, un nuovo ambiente ispirato ai decori del celeberrimo teatro, dove gusto e classe si incontrano, omaggiando in grande stile la città. Il nuovo arrivato si chiama Il Foyer ed è semplicemente l’evoluzione di quello che il Maestro della cucina italiana aveva pensato per gli appassionati del teatro milanese. 

A guidare la brigata della cucina c’è l’executive chef Anatolij Franzese, che ha mosso i suoi primi passi in Italia, a Napoli, e che ha lavorato con alcuni tra gli chef più rinomati al mondo. La caffetteria, nuovo punto di incontro per chi ama godersi la colazione fuori casa, offre invece un trionfo di pasticceria dolce e salata a cura del pastry chef italo-argentino Matias Ortiz. Ulteriore punto forte de Il Foyer è l’aperitivo e l’after dinner, che vedono protagonista il Bar Manager milanese Matteo De Palma, con un passato nel mondo della grande hôtellerie milanese (Park Hyatt, Grand Hotel et de Milan, Principe di Savoia), che qui si lascia ispirare dalle opere e dai balletti che animano ogni giorno il vicino e prestigioso teatro. La cocktail list ideata per Il Foyer prevede creazioni uniche realizzate con tecniche di lavorazione come l’ice carving e affumicature con materie prime selezionate. Tra quelli in carta, spiccano per esempio l’Aida di Giuseppe Verdi, a base di Belvedere Vodka infusa al tè Sakura, liquore allo zenzero, shrub di lampone, succo di melograno, bitter afrodisiaco, soda ai frutti rossi e vino rosso, affumicato con spezie afrodisiache, il Lago dei cigni di Pëtr Il’ič Čajkovskij, con Hendrick’s Gin, succo di lime, liquore St. Germain, sciroppo di agave e basilico, e il Guglielmo Tell di Gioachino Rossini, a base di Sherry Tio Pepe infuso al finocchietto selvatico, succo di lime, liquore alla mela, chartreuse verde, bitter al sedano, champagne.

Glamour, stile ed eleganza durante la serata inaugurale. Quattro ore di spettacolo e di sorprese, per quattrocento selezionati ospiti italiani e internazionali, accolti sul red carpet da scenografiche ballerine sui trampoli vestite come farfalle luminose. Spettacolare la Pavlova alta tre metri interamente realizzata con delicati fiori bianchi che, all’ingresso del ristorante, ha meravigliato gli spettatori. 

Ogni momento è stato studiato con cura ed eleganza, tra iconici cocktail Martini ed una degustazione dei migliori piatti del ristorante. Soft drink Cortese ed acqua Ferrarelle hanno accompagnato le deliziose creazioni dello chef. Tutti hanno potuto assaporare il famoso Riso, oro e zafferano firmato Gualtiero Marchesi, sorseggiando le preziose bollicine dell’iconico champagne Moët & Chandon Impérial, che festeggia quest’anno il 150esimo anniversario dalla creazione. Il vero brindisi è partito alle ore 22:00 quando è stata svelata la sontuosa torta celebrativa: sette piani di gusto ed eleganza, percorsi da dolcissime ballerine dorate. 

A segnare il ritmo della serata è stato l’intrattenimento musicale del Dj Graziano della Nebbia, mentre ai più esigenti ha pensato Sigaro Toscano, con la lounge dedicata alla degustazione di sigari.   

Tutti hanno potuto condividere sui social un ricordo della serata, grazie ad un magic Mirror che ha realizzato glamour Gif con l’hashtag #ilfoyerparty, ad indicare che questo è stato solo il primo di una lunga serie di eventi. 

Il percorso è tracciato, Milano ha ritrovato il suo spazio di buon gusto ed eleganza in centro, il salotto de Il Foyer alla Scala da frequentare in ogni momento della giornata per una pausa glamour.


A glamorous event that combines style, elegance and modernity, all in the name of fun and good taste, in the full mood of Milan Fashion Week. How much better could there be for the evening that on September 18 marked the official inauguration of Il Foyer restaurant at La Scala, the renewed location in Largo Ghiringhelli.

Farewell to Il Marchesino and welcome to Il Foyer. The restaurant opened by Gualtiero Marchesi in 2008, next to the Teatro alla Scala in Milan, has given way to a new room completely renovated, a new environment inspired by the decorations of the famous theater, where taste and class meet, paying tribute in great style to the city. The newcomer is called The Foyer and it is simply the evolution of what the Master of Italian cuisine had thought for fans of the Milanese theater.

Leading the kitchen brigade is executive chef Anatolij Franzese, who took his first steps in Italy, in Naples, and has worked with some of the most renowned chefs in the world. The cafeteria, a new meeting point for those who enjoy having breakfast outside the home, offers instead a triumph of sweet and savory pastries by the Italian-Argentine pastry chef Matias Ortiz. Another highlight of Il Foyer is the aperitif and the after dinner, with the Milanese Bar Manager Matteo De Palma as protagonist, with a past in the world of the great Milanese hôtellerie (Park Hyatt, Grand Hotel and Milan, Principe di Savoia), which here is inspired by the works and ballets that animate the nearby prestigious theater every day. The cocktail list designed for Il Foyer includes unique creations made with processing techniques such as ice carving and smoking with selected raw materials. Among the paper ones, the Aida by Giuseppe Verdi stands out, based on Belvedere Vodka infused with Sakura tea, ginger liqueur, raspberry shrub, pomegranate juice, aphrodisiac bitter, red fruit soda and red wine, smoked with aphrodisiac spices, Swan Lake by Pëtr Il’ič Čajkovskij, with Hendrick’s Gin, lime juice, St. Germain liqueur, agave syrup and basil, and Guglielmo Tell by Gioachino Rossini, based on Sherry Tio Pepe infused with fennel wild, lime juice, apple liqueur, green chartreuse, bitter celery, champagne.

Glamor, style and elegance during the opening night. Four hours of entertainment and surprises, for four hundred selected international guests, welcomed on the red carpet by spectacular dancers on stilts dressed like bright butterflies. Spectacular the three-meter high Pavlova made entirely of delicate white flowers which amazed the spectators at the entrance to the restaurant.

Every moment has been studied with care and elegance, between iconic Martini cocktails and a tasting of the best dishes of the restaurant. Soft drinks Cortese and acqua Ferrarelle have accompanied the chef’s delicious creations. Everyone was able to savor the famous Gualtiero Marchesi Rice, gold and saffron, sipping the precious bubbles of the iconic Moët & Chandon Impérial champagne, which this year celebrates the 150th anniversary of its creation. The real toast started at 22:00 when the sumptuous celebratory cake was unveiled: seven floors of taste and elegance, crossed by sweet golden dancers.

To mark the rhythm of the evening was the musical entertainment of the Dj Graziano della Nebbia, while the most demanding thought Sigaro Toscano, with the lounge dedicated to cigar tasting.

Everyone was able to share on the social media a memory of the evening, thanks to a magic Mirror that created glamorous Gif with the hashtag #ilfoyerparty, indicating that this was only the first of a long series of events.

The path is traced, Milan has rediscovered its space of good taste and elegance in the center, the living room of Il Foyer alla Scala to attend at any time of the day for a glamorous break.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.