Mercedes-Benz Classe E: Business Class

Tra le auto più attese per l’edizione 2020 del Salone di Ginevra c’era sicuramente la sesta generazione di Mercedes Classe E, e la casa della Stella non ha deluso certamente le aspettative. L’auto numero uno scelta dai businessmen si prepara ad affrontare nuove sfide di mercato con più “classe” che mai: gli ingredienti di un futuro successo sono sempre la qualità e l’avanguardia tecnologica del brand.

Linea più armoniosa

La Classe E, berlina che da sempre si distingue nel panorama di ammiraglie europee, si posiziona a metà strada nella gamma Mercedes-Benz tra la familiare Classe C e la Classe S ai limiti della limousine. Per la sesta generazione i designer hanno deciso di renderla più omogenea con la gamma, ammorbidendo le linee dei gruppi ottici anteriori LED, con la possibilità di scegliere i Multibeam, ridisegnando la griglia del radiatore e ringiovanendo i fari posteriori, dalla forma più sottile con uno sviluppo teso all’allargamento verso la fiancata. La vista laterale della E-Class mostra sin da subito la familiarità con la precedente generazione (W213), con una linea inconfondibile ma non priva di elementi caratteristici come la nervatura che la attraversa all’altezza delle maniglie porta.

La E 2020 è al lancio con tre nuove verniciature esterne: Argento High Tech, Grigio Grafite metallizzato e Argento Mojave, tutte colorazioni sobrie che puntano alla valorizzazione del design rinnovato.

In attesa delle varianti Coupè e Cabrio, la Classe E debutta a Ginevra in versione berlina, station wagon e All-Terrain, un modello specifico con protezioni antincastro scure e trazione integrale, per chi ogni tanto decide di seguire le strade meno battute.

Particolarità per le versioni “stradali” è la E53: la Classe E passa nelle mani di AMG per una cura sportiva all’insegna del mild hybrid.

Salotto high tech

L’interno della Classe E 2020 si riconferma il perfetto ambiente con cui affrontare lunghe tratte autostradali, allo stesso tempo confortevole e digitalizzato.

Con il sistema Mercedes me basterà inserire l’altezza del guidatore per avere una regolazione automatica ed intelligente della posizione dei sedili, da adattare al millimetro con le regolazioni elettroniche disponibili. Sempre con materiali pregiati, l’abitacolo è personalizzabile con combinazioni di colore quali Nero/Marrone Noce e Grigio Magma/Grigio Neva, oltre a decorazioni in alluminio spazzolato, radica di noce fondente e legno di frassino a poro aperto argento.

L’ambiente è ovviamente arricchito dal sistema MBUX dotato di intelligenza artificiale, con il quale driver e auto convivono e imparano a conoscersi: l’auto con il tempo impara a prevedere le abitudini del proprietario, che ne controlla tutte le funzionalità tramite controllo vocale e app dedicate. Il sistema è coadiuvato da due schermi che formano un’unica fascia digitale orizzontale sulla plancia: le dimensioni vanno da 10,25” a 12,3” e la navigazione ha funzionalità di realtà aumentata.

Il futuro è verde

Mercedes-Benz non è esente dal trend green delle presentazioni ginevrine: alla kermesse debutta su Classe E un nuovo motore benzina, 2.0 4 cilindri mild hybrid da 215 kW e rete di bordo a 48V, senza possibilità di circolare in full electric ma con evidenti vantaggi in fatto di consumi, emissioni di cO2 e benefici fiscali.

Tutte le versioni berline e SW, sia con propulsori benzina che gasolio, sono disponibili in 7 motorizzazioni plug-in hybrid: tramite la presa di corrente domestica si può ricaricare la batteria della vettura per poter circolare in modalità totalmente elettrica.

Oltre alla mobilità eco, però, Mercedes negli anni ha fatto breccia nel cuore degli amanti della Stella con i suoi modelli AMG, e in attesa della E63 in fase di test, arriva a Ginevra con la E53. Quest’ultima è meno potente del top di gamma, pur montando un motore 3.0 6 cilindri in linea da 435 CV con tecnologia micro ibrida. Una familiare sportiva capace di sprigionare 520 NM di coppia massima, con il sistema di trazione integrale 4Matic+ e una velocità massima autolimitata a 250 KM/H.


Mercedes-Benz E Class: Business Class

Among the most awaited cars at the 2020 Geneva Motor Show there was the sixth generation Mercedes E-Class, and the German Star maker didn’t disappoint. The number one car for businessmen is ready to deal with new market challenges with more “class” than ever: the brand’s quality and state-of-art tech are still the ingredients of its success.

More harmonious design

Mercedes-AMG E 53

The E Class, an always distinctive car in the European saloon market, is halfway between the family C-Class and the limousine-like S-Class. The designers decided to make it more harmonious with the rest of the range, designing softer LED headlights, with optional Multibeam ones, redesigning the radiator grill and rejuvenating the taillights, with a thinner shape developing in a large way towards the side of the car. The side view shows the familiarity with the previous generation (W213), with an unmistakable E-Class line with new characteristic elements like the aerodynamic line running on the door handles level.

The 2020 E debuts with three new color paintings: High Tech Silver, metallic Grafite Grey and Mojave Silver, very sober colors that valorize the renewed design.

Waiting for the Coupè and the Cabrio versions, the E-Class debuts in Geneva with saloon, estate and All-Terrain models, the last being a specific one with dark underrun protections and all wheel drive, for people who sometimes need to take the less traveled road.

The “road” versions come in E53 variant, too: the E-Class goes through a slight AMG sports treatment with mild-hybrid.

High Tech lounge

Mercedes-Benz E

The cockpit of the 2020 E-Class is once again the perfect lounge in which travelling on long freeway drives, with comfort and digital features at the same time.

By inserting the driver’s height in the Mercedes me system, the seat will automatically adjust itself in an intelligent position, with the driver only adapting his driving position by the millimeter with the electronic adjustments available. The cabin still has precious fabrics, customizable with color combinations such as Black/Nut Brown and Magma Grey/Neva Grey, with trims in brushed aluminium, burr walnut fondant and open-pore silver ash wood.

Of course this lounge is paired with MBUX and artificial intelligence: the car begins to learn the driver’s habits in time, it predicts them and the driver himself can control all of the functions with voice control and dedicated apps. The system works with two displays mounted in a unique digital strip on the dashboard: dimensions go from 10,25” to 12,3” and the navigation has augmented reality features.

The future is green

Mercedes-Benz is not exempt from the green trend of Geneva’s conferences: a new petrol engine debuts on the E-Class, a 2.0 4 cylinder mild-hybrid with 215 kW and a 48-volt on-board electrical system, with no possibility to drive in full electric but with obvious advantages in terms of fuel consumption, cO2 emissions and tax benefits.

Each of the saloon and estate versions, both with petrol and diesel engines, are available in 7 different plug-in hybrid variants: the domestic power outlet charges the car’s battery to drive in full electric mode.

Apart from green mobility, though, Mercedes made many people fall in love with the Star with its AMG models, and waiting for the E63, the new E53 debuts. This one is less powerful than the top of the range car, still mounting a 3.0 6 cylinder engine with 435 HP and mild-hybrid technology. A sports family car with 520 NM of torque, 4Matic+ Mercedes all wheel drive and a limited maximum speed of 250 kph.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.