Speakeasy: a Sazerac, please!

Sazerac

Terzo appuntamento con la rubrica Speakeasy che racconta dei cocktail più in voga negli anni del proibizionismo.

Oggi vi deliziamo con il Sazerac, il cocktail di riferimento in quel di New Orleans.

Un cocktail creato intorno al 1830 da un farmacista di New Orleans, con la funzione di bevanda corroborante a base di Cognac, una miscela segreta di bitter, zucchero e acqua, in un bicchiere chiamato “coquette” data la sua forma a uovo.

Sazerac

Il nome del drink deriva, probabilmente, dal brand di un cognac molto noto a quei tempi, il Sazerac-du-Forge et Fils. Verso la fine dell’800 la ricetta originale fu modificata per assecondare i gusti americani e l’ingrediente principale divenne il Rye Whiskey.

La preparazione è particolare: bisogna riempire un bicchiere con il ghiaccio e in un altro bicchiere mettere una zolletta di zucchero con il bitter e acqua quanto basta. Poi si schiaccia con il pestello e si aggiunge il Rye Whiskey mescolando bene. Si toglie il ghiaccio dal primo bicchiere, lo si profuma con l’Herbsaint e infine si versa la miscela ottenuta nel bicchiere ghiacciato guarnendo con scorzetta di limone.

Ingredienti:

1 cubetto di zuccheroSazerac

60 ml di Rye Whiskey

7,5 ml di Herbsaint

poche gocce di Bitter PeyChaud

scorza di limone

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.