VO VINTAGE. L’Haute Horlogerie d’epoca a Vicenza

Dalla passione per l’esclusività e l’eleganza d’altri tempi, nasce VO Vintage, il nuovo marketplace ideato da Italian Exhibition Group, che da quest’anno ha aperto i battenti all’interno di Vicenzaoro, il grande Salone europeo dedicato alle eccellenze mondiali dell’oreficeria e della gioielleria.

VO Vintage è un piccolo salotto nel cuore di Vicenzaoro, che si propone come punto di riferimento per i massimi esperti del settore orologiero, offrendo, a collezionisti ed appassionati di orologi d’epoca, una selezione di pezzi unici e introvabili, insieme a gioielli di rara bellezza, le cui gemme dal taglio antico raccontano di storie lontane e affascinanti.  

I segnatempo esposti all’interno della sezione VO Vintage di Vicenzaoro sono numerosi, sia da polso che da tasca, e tutti e di grande qualità, da Patek Phillippe, Audemars Piguet, Rolex, Vacheron Constantin, a Monaco Heuer, Omega e Vianney Halter. Ogni pezzo è certificato e garantito dall’esperienza di venditori estremamente professionali ed esperti, come quelli di Verga Vintage, veri leader nell’arte di dare nuova vita ad orologi d’epoca, i quali hanno messo a disposizione i propri maestri orologiai esclusivamente per VO Vintage, con l’intento di mostrare la minuziosità e abilità tecnica con cui operano questi artigiani e scienziati del tempo. Non bisogna mai dimenticare, infatti, che la creazione di un orologio, oltre ad una grande manualità, precisione e ricercatezza di design, richiede un approfondito studio tecnologico-ingegneristico, volto a migliorare le prestazioni meccaniche dell’orologio. 

Tra gli ospiti di eccezione che hanno preso parte alle numerose conferenze di VO Vintage, spiccano i nomi di grandi collezionisti come Stefano Mazzariol e Sandro Fratini, così come di artigiani importanti del calibro di Giulio Papi, capo della sezione d’alta gamma di Audemars Piguet. VO Vintage è, quindi, un appuntamento imperdibile per gli amanti dell’Haute Horlogerie e della bellezza del vintage. L’iniziativa, inoltre, s’inserisce in un momento particolare per il mercato dell’orologeria d’epoca, il quale sta subendo un’importante rinascita dopo la crisi che colpì il settore dell’orologeria svizzera trent’anni fa, a causa del mercato giapponese che lanciò sul mercato orologi al quarzo a prezzi bassissimi.

Tali tematiche sono state ampiamente trattate nel Talk di apertura di VO Vintage, tenutosi sabato 18 gennaio nella sala Canova di Vicenzaoro, e moderato dal direttore del magazine L’Orologio, Dodi Giussani. La conferenza ha offerto una panoramica approfondita su come il simbolismo dell’orologio vintage sia cambiato nell’ultimo trentennio, ricostruendo l’evoluzione dei segnatempo a partire dagli anni ’80, era del Rolex Daytona e di Gianni Agnelli con il Royal Oak – il più iconico orologio dell’azienda svizzera Audemars Piguet – portato sul polsino della camicia, sino ai nostri giorni, in cui molte realtà artigiane emergono grazie ad una manifattura ispirata ai maestri orologiai del passato. Come ha spiegato Michele Mengoli, consulente di Vicenzaoro per l’orologeria, non sono più solo i diamanti ad essere vissuti come bene rifugio, ma anche gli orologi si stanno affermando in tal senso. Oggi il prestigio dell’orologio vintage, da sempre accessorio prediletto dell’uomo elegante, deriva prima di tutto delle emozioni, l’amore per la tradizione e la passione che è in grado di emanare.


From the passion for exclusivity and past elegance, it has born VO Vintage, the new marketplace created by the Italian Exhibition Group, which this year has opened its doors inside Vicenzaoro, the great European Salon dedicated to the world goldsmith and jewelry excellences.

VO Vintage is a small living room in the heart of Vicenzaoro, which offers itself as a reference point for top experts in the vintage watch sector, offering to collectors and fans of vintage watches a selection of unique and nowhere to be found pieces, together with jewelries of rare beauty, whose old-cut gems tell of distant and fascinating stories.

The timepieces displayed within the VO Vintage section of Vicenzaoro are numerous, both for wrist and pocket, and all of great quality, from Patek Phillippe, Audemars Piguet, Rolex, Vacheron Constantin, to Monaco Heuer, Omega and Vianney Halter. Each piece is certified and guaranteed by the experience of extremely professional and expert sellers, such as those of Verga Vintage, true leaders in the art of giving new life to vintage watches, which have made their master watchmakers available exclusively for VO Vintage, with the intent to show the meticulousness and technical skill with which these craftsmen and scientists of the time operate. It should never be forgotten that the creation of a watch, in addition to great manual skills, precision and refinement of design, requires an in-depth technological-engineering study, aimed to improve the mechanical performance of the watch. Among the exceptional guests who took part in the numerous VO Vintage conferences, the names of great collectors such as Stefano Mazzariol and Sandro Fratini stand out, as well as that of important master watchmakers like Giulio Papi, head of the high-end section of Audemars Piguet. VO Vintage is, therefore, an unmissable event for lovers of Haute Horlogerie and the vintage beauty. Besides, the initiative takes place in a particular moment for the vintage watch market, which is undergoing an important revival after the crisis that hit the Swiss watch industry thirty years ago, due to the Japanese market which launched quartz watches on the market at very low prices.

These issues have been extensively covered in the VO Vintage opening talk that was held on Saturday 18 January, in the Canova room of Vicenzaoro, and moderated by the editor in chief of L’Orologio magazine, Dodi Giussani. This conference offered an in-depth overview of how the symbolism of the vintage watch has changed in the last thirty years, highlighting the evolution of watches that have occurred since the 80s, era of the Rolex Daytona and Gianni Agnelli with Royal Oak – the most iconic watch by the Swiss company Audemars Piguet – worn on the shirt cuff, to nowadays, in which artisan realities emerge thanks to a manufacture inspired by the master watchmakers of the past. As Michele Mengoli, a Vicenzaoro advisor from the watch industry, has explained, it is no longer only diamonds that are seen as safe-haven assets, but also watches. Today the prestigious of vintage watch, always a favorite accessory of the elegant man, derived first from emotions, love for tradition and passion that it can infuse.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.