Concorso d’Eleganza Villa d’Este

Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2015

Dal 22 al 24 maggio 2015 BMW Group Classic e il Grand Hotel Villa d’Este hanno riunito i proprietari ed appassionati di automobili d‘epoca sotto il motto Seventies Style – The Jetset is back.

Le rarità mobili che partecipano al Concorso d’Eleganza Villa d’Este vengono definite delle opere d’arte su ruote. Questo anno, i visitatori del concorso di bellezza di automobili e motociclette storiche, organizzato da BMW Group Classic e dal Grand Hotel Villa d’Este, hanno potuto richiamare alla memoria come, 40 anni fa, questo attributo fu arricchito di un significato completamente nuovo.

Nel giugno del 1975, una BMW 3.0 CSL abbellita dall’artista statunitense Alexander Calder partecipò alla Gara delle 24 ore di Le Mans. La vettura marcò l’inizio della tradizione delle Art Car, inventata da BMW, ed ancora oggi è un rappresentante affascinante di quell’epoca di glamour in cui l’arte eccentrica e uno stile di vita esclusivo raggiunsero e coinvolsero anche il mondo dell’automobilismo. Il Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2015 ha celebrato nuovamente il fascino degli anni Settanta. Seventies Style – The Jetset is back: questo è il motto del Classic Weekend sul Lago di Como che, dal 22 al 24 maggio 2015, ha riunito i proprietari e gli appassionati di automobili classiche in un ambiente altamente esclusivo.Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2015

Per la quinta volta il Concorso d’Eleganza di Motociclette è stato parte integrante del programma.Un ulteriore highlight è stata, di certo, la retrospettiva 90 anni Rolls-Royce Phantom. Anche quest’ anno, al centro della manifestazione di tre giorni nell’area di Villa Erba a Cernobbio vi è stato il concorso di bellezza, che ha visto come partecipanti vetture storiche di alta classe, dalla storia affascinante, riunite in categorie di competizione differenti.

In occasione dell’anniversario della Rolls-Royce Phantom, in una classe separata, sono state messe ai voti della Giuria anche vetture del tipo Rolls-Royce Phantom di decadi differenti, per conquistare anche esse gli ambiti trofei del Concorso d’Eleganza Villa d’Este. Oltre al giudizio degli esperti è stato richiesto nuovamente l’apprezzamento del pubblico i cui voti hanno influito sul conferimento di vari premi speciali.

Il programma dedicato ai visitatori, ai partecipanti e agli ospiti d’onore è stato nel tipico stile dei Furiosi anni Settanta e lo spazio di Villa Erba è rimasto aperto al pubblico sia sabato che domenica.

Quest’anno, la mostra speciale alla Rotonda di Villa Erba è stata dedicata alle Art Car che negli anni Settanta, con il loro fascino, incantarono per la prima volta sia appassionati d’arte che di motorsport. Nella sola decade degli anni Settanta furono create quattro opere d’arte su bolidi di grande cilindrata. Dopo Alexander Calder, furono Frank Stella, Roy Lichtenstein ed Andy Warhol a lasciare la loro firma artistica su una vettura da corsa BMW. L’ultimo esemplare della serie è la BMW M3 GT2, decorata da Jeff Koons.Lapo Elkann

Il Concorso d’Eleganza Villa d’Este viene considerato uno degli appuntamenti più esclusivi e tradizionali di automobili d’epoca. L’evento, che si tiene a Cernobbio, celebrò la propria prima nel 1929, come mostra di novità nel settore automobilistico; dagli anni Ottanta esso è dedicato alla storia delle autovetture. Nel 1999 il BMW Group ne assunse il patrocinio, e dal 2005 BMW Group Classic organizza, in collaborazione con il Grand Hotel Villa d’Este, l’esposizione di automobili particolarmente rare.

Oltre ai modelli classici, che si distinguono per una particolare estetica e il loro valore storico, al Concorso d’Eleganza Villa d’Este si possono ammirare anche studi di design e prototipi di varie epoche.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.