Ray Ban: gli occhiali da sole tra mito e leggenda

Gli occhiali da sole rappresentano un accessorio importantissimo, dato che intervengono per impreziosire e per definire lo stile di tutti noi. E come spesso accade nel mondo della moda, anche in questo caso ci sono certi marchi e certi modelli evergreen, destinati a non passare mai di tendenza: il loro fascino è così forte che basta nominarli, per sentir salire i brividi lungo la schiena. In questa ristretta lista d’élite troviamo ovviamente i Ray Ban, ovvero quegli occhiali da sole che ancora oggi si muovono fra trend, miti e leggende. Ecco perché in questo articolo scopriremo la loro storia, i modelli resi celebri dalle star e alcune curiosità interessanti.

La storia dei Ray Ban

La storia dei Ray Ban parla la lingua dell’aeronautica: si tratta infatti di un paio di occhiali da sole che nasce non per le passerelle, ma per una finalità concreta. Il primo prototipo di Ray Ban venne lanciato dalla Bausch & Lomb nel 1937, sotto richiesta diretta del luogotenente generale John MacCready, alla ricerca di un accessorio per difendere gli occhi dai raggi solari. Quel prototipo era l’Anti-Glare, che con il suo classicissimo design a goccia fu sviluppato proprio con lo scopo di coprire interamente gli occhi degli aviatori. Non a caso, questo modello venne presto ribattezzato “Aviator”, scalando le classifiche di preferenza nel settore, anche per merito di noti generali come Douglas MacArthur. Poi, ci pensò la Hollywood del secondo dopoguerra a farli diventare mainstream.

Alcune curiosità su questi occhiali da sole

In realtà questo modello di occhiali da sole nasconde tante altre curiosità interessanti, oltre alla sua genesi ad alta quota: ad esempio, in pochi sanno che il significato del nome Ray Ban è “bandire i raggi solari”. Una delle curiosità più stuzzicanti è anche quella relativa al fatto che il foro presente nel modello Shooter non è un mero vezzo di moda, visto che serviva ai soldati tiratori per posare la sigaretta, così da avere le mani libere. Infine, sapevate che quando parliamo di Ray Ban non stiamo più parlando di un marchio straniero? Ebbene sì, perché il gruppo italiano Luxottica ha acquistato il marchio nel 1999. Ancora oggi, d’altronde, si parla del brand di occhiali da sole più venduto al mondo, comprendendo decine di modelli di tendenza come gli immancabili Ray Ban tondi, e oggi distribuito in oltre 70 mila punti vendita.

I modelli resi celebri dalle star

Ray Ban e cinema: un duetto che rimane scolpito nell’immaginario collettivo. È indubbio infatti che Hollywood ebbe un peso clamoroso per il successo di questi occhiali da sole, dato che furono infatti tantissime le celebrità del grande schermo ad indossarli, come nel caso di Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany ad esempio. Gli Aviator con lenti a specchio poterono contare su “sponsor” di lusso come Robert Redford, mentre quelli con lenti nere furono compagni inseparabili di Tom Cruise in Top Gun (e chissà se saranno con lui anche nel nuovo seguito del film). I Wayfarer, invece, divennero famosi per merito dei Blues Brothers, mentre a Burt Lancaster spettò l’onore di lanciare i Clubmaster.

In realtà la lista potrebbe proseguire all’infinito, passando da star mondiali come Marilyn Monroe, fino ad arrivare a musicisti come Michael Jackson.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.